Cosa fare quando il ferro da stiro non funziona: consigli utili

Evitare l’utilizzo in casa di un elettrodomestico come il ferro da stiro, è veramente difficile, se non impossibile. Che siate single o in famiglia utilizzare il ferro per riordinare i propri vestiti e renderli decenti da portare indosso è fondamentale. Come fare a stirare pantaloni e camice per andare a lavoro oppure rimettere tutte le pieghe delle nostre lenzuola? Spesso la scelta del ferro giusta è prioritaria, ma può capitare che il ferro ad un certo punto smetta di funzionare e a quel punto dobbiamo capitare cosa fare e come poter risolvere. Il ferro da stiro non è eterno e se non trattato con le dovute cautele si romperà prima che possiate accorgervene.

 

Possibili cause del malfunzionamento

Le cause che portano il ferro a non funzionare possono essere diverse. Non è assolutamente detto che se il ferro non funziona allora sicuramente il ferro è rotto. Potrebbe darsi con molta probabilità che qualcosa ostruisca i fori e che per questo l’emissione del vapore sia ostacolata. I fori di emissione del vapore si bloccano spesso quando non viene effettuata una dovuta manutenzione oppure quando non viene utilizzata acqua distillata per riempire la caldaia o ancora se l’acqua che utilizziamo è troppo calcarea e noi non lo sappiamo. A quel punto è molto frequente che i detriti calcarei otturino ed impediscano al vapore di essere erogato. La piastra sembra essere calda, la corrente funziona, ma vapore non ce ne è.

Alimentazione elettrica

Prima di ogni possibile causa direttamente imputabile al ferro da stiro, è opportuno controllare che la presa della corrente sia ben funzionante e che sia sicura soprattutto. Prima di fare qualsiasi operazione al ferro, per sincerarsi della presa, basta collegare qualsiasi altro apparecchio elettronico a quella presa, se funziona, allora possiamo passare a controllare altre componenti possibilmente coinvolte nel guasto. Anche il cavo elettrico dev’essere ben controllato: questo non deve avere danneggiamenti, poiché potrebbe essere questa la causa ma anche eventualmente una grande fonte di pericolo per chiunque si trovi in casa.

Tutti i cavi elettrici dei ferri da stiro sono generalmente presenti in numero di tre cavi e rivestiti di una fodera di cotone molto spessa. Se per caso notiamo tagli, lacerazioni o difetti strani, è bene farla subito cambiare anche per proteggere la propria incolumità evitando di tentare di inserire il cavo nuovamente in corrente.

Tasto di accensione e spegnimento

Oltre ai cavi e alla presa di alimentazione, è molto probabile che il problema sia più banale di quanto pensiamo. I tasti di accensione e spegnimento, sebbene si illuminino una volta acceso il ferro potrebbero presentare dei difetti nell’inviare l’impulso elettrico. Questo potrebbe accadere se il ferro da stiro che stiamo adoperando ha molti anni ed è stato utilizzato tantissime volte.

Cosa fare inizialmente

Per prima cosa dovremmo analizzare i primi segnali e controllare che tutte le cose primarie siano soddisfatte. Se la caldaia è fredda, il problema non possono essere i fori ma probabilmente c’è un problema di caldaia o di cavi elettrici che non riescono a riscaldare l’acqua e di conseguenza il vapore non si forma. Controlliamo però prima di tutto che la spina sia dovutamente attaccata e che l’acqua nel serbatoio non manca.

Se il ferro continua a non emettere vapore nonostante tutti gli elementi appena descritti siano a posto, probabilmente il problema deriva dall’elettrovalvola. Questa parte del ferro da stiro è la componente deputata a riscaldare la caldaia. Se la caldaia non si scalda dobbiamo mettere mani a questa.

Problemi all’elettrovalvola

La struttura del ferro da stiro è una struttura complessa che potrebbe subire dei danni permanenti o temporanei a volte dovuti a difetti di fabbrica oppure ad una cattiva manutenzione. Anche sbalzi di corrente potrebbero danneggiare l’elettrovalvola per cui non disperate, può succedere a chiunque. Questa piccola struttura può essersi bloccata oppure guastata. In questi casi si possono fare due cose: acquistare una nuova elettrovalvola al modico prezzo di circa 8 euro oppure cercare di sbloccarla svitandola ed eliminandone il calcare che la ricopre e la ostruisce.  Se decidiamo di acquistarla dobbiamo fare attenzione ad acquistare la valvolina giusta poiché ogni modello ha la sua valvola e potrebbe non essere idonea se ci affrettiamo a comprare una qualsiasi elettrovalvola.

Piastre e vapore

Se il vapore non esce per nessuna ragione, il problema possono essere le valvole ma anche la piastra ostruita e i fori pieni di calcare. In questo caso potrebbe anche accadere che notiate una leggera fuoriuscita di vapore. Generalmente se un pò di vapore esce, significa che il problema non dipende dall’elettrovalvola, ma dalla piastra. Per risolvere questo problema basta eseguire tutte quelle norme igieniche che portano alla disostruzione dei fori e alla pulizia dell’intero ferro da stiro dal calcare.

Allo scopo ci si può aiutare sia con dei cotton fioc o con degli stuzzicadenti avendo però prima avuto cura di appoggiare per almeno 30-50 minuti il ferro su un panno imbevuto di anticalcare. In questo modo possiamo assicurarci di aver ammorbidito il calcare e che utilizzando dopo lo stuzzicadenti questo venga via facilmente senza troppa fatica.

Attenzione al calcare

Il calcare è un vero e proprio nemico del ferro da stiro. Questo oltre ad ostruire la piastra, la valvola e i fori può creare problema  anche alla caldaia. Spesso si tratta di problemi risolvibili con poco: aceto e acqua distillata per un po’ di tempo in serbatoio possono già fare tantissimo, a meno che la caldaia non è veramente ostruita ed inutilizzata da molto tempo. Per effettuare una buona pulizia e controllare che il problema dell’emissione vapore non dipenda da altro, è possibile preparare una soluzione con aceto, acqua ed eventualmente bicarbonato. Lasciamo agire per un’ora o più se pensiamo il problema sia più grave e poi risciacquiamo.

La risoluzione di questi problemi è valida sia per i ferri da stiro con caldaia esterna che per quelli con caldaia incorporata. Prima di arrivare a capire i motivi di un eventuale danneggiamento, è bene cercare di mantenere costante un buon livello di pulizia. Solo in questo modo possiamo garantire sempre un buon passaggio di vapore nei fori e una caldaia pulita, con valvole funzionanti alla perfezione.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it